NEWS

SPONSOR

ALEYLINE3 A2A2016 OceanTeam FVG2015
       
BCC AIELLO ESPRIMA2PNG GMA2015 LORENZONFEUDI2015
       
       
       
ECOFORNITURE APT2015 CALLIGARIS
       
CLAPPIS2015 ISOLMECAR2015 GRAFICAGORIZIANA DEVETAKAZ
       
ARTEC HIRTER2015 AUDIT LOCANDADEVETAK
       
ITACA COMAR2015 PACOROTTICO FANNYNUOVO
SPONSOR
Italian English French German Hindi Spanish

La Paternale [pa-ter-nà-le] rimprovero, ammonimento severo fatto da un padre a un figlio con l'intento benevolo di correggere più che di punire.

A pensarci bene questa intera stagione è stata una paternale, enunciata in capitoli e ripetizioni dai giocatori più anziani ed esperti ai giocatori giovani e meno maturi. Una paternale da definizione orientata al futuro, a ciò che sarà, alle conseguenze delle proprie scelte e all’importanza di essere pienamente padroni delle stesse.

32423015 1874636665922171 3804719701402058752 n 1

Ma il futuro è un concetto bugiardo, una parola che inganna, uno di quei concetti (come anche “speranza”) che invita quasi all’attesa invece che all’azione, alla contemplazione invece che alla concretezza.

Il futuro è si un essenza impalpabile che immaginiamo nell’attimo presente con le nostre speranze ma è sopratutto una realtà percepibile realmente nel presente come il risultato delle nostre ambizioni passate.

È cosi che spesso si dice di un giocatore “tu sei il futuro” non tanto per la certezza di grandi imprese in la nel tempo quanto per tutto ciò che si è investito su di lui fino a quel momento. Il futuro è qui, il futuro è ora, il futuro è la scala da cui guardiamo l’orizzonte, i cui gradini abbiamo posato uno sopra l’altro nel tempo con le nostre azioni e decisioni. Ed è la solidità di questi gradini che ci permette di guardare o meno l’orizzonte più a lungo, immaginando nuovi futuri, e attuandoli per guardare ancora più lontano.

La Fincantieri maschile sta vivendo un futuro preso a prestito, e non sono ancora chiari i termini con cui ripagherà questa fortuna. La stagione corrente si è salvata grazie a giocatori ormai sul viale del tramonto che hanno dato il loro contributo per traghettare un gruppo di ragazzi non sempre stabile e motivato. Non fosse stato per l’episodio con l’Olimpia, la squadra si sarebbe trovata questa settimana a giocarsi la salvezza sul campo del Potenza Picena, in una situazione di classifica e di calendario per cui si sarebbe potuto parlare di biscotto a lungo, in un caso o nell’altro.

 

Il futuro è qui e ora, costruito con mattoni di marzapane e graziato dagli dei dell’hockey in questo strano finale di stagione in cui la Fincantieri affronta il Villafranca in casa, Gammeri contro il mentore Biasetton.

La formazione biancazzurra è condizionata dalle assenze di Plasentier e Aloisio e il duo Gammeri / Galifi opta per un 11 di partenza giovane, lasciando in panchina Mantovani e Chiot.

Il primo tempo si svolge con le due squadre che si osservano in un giropalla ordinato sulla linea dei difensori e nessuno dei due contendenti che pressa più del dovuto. Il Villafranca va si in vantaggio con un contropiede di Debortoli che mette a sedere Pitacco, ma la Fincantieri non abbassa l’attenzione e pareggia su corto con Ajit Pal.

La ripresa, che nelle ultime partite era stata una spina del fianco per i cantierini, riprende invece con il ritmo costante e preciso del primo tempo, con il Villafranca che cerca in tutti i modi di forzare la difesa di casa e affermare così ancora la differenza di classifica tra le due squadre. Il pressing porta ad una serie estenuante di corti in favore degli ospiti, serie che si concluderà con un gol subito e otto belle parate di Pitacco. Forse sicuri del vantaggio, forse in affanno per aver dovuto tirare così tanti corti di seguito, gli ospiti si fanno raggiungere con un azione da manuale dell’hockey che porta il giovane Dalla Pietra a finalizzare un azione corale di tre passaggi.

Finisce cosi in un pareggio il penultimo impegno stagionale della compagine monfalconese, in bilico tra un futuro passato di grandi speranze e un futuro prossimo incerto e imminente.

 

A. R. Fincantieri

Pitacco, Leghissa, Aijt Pal, Tommasini, Scubogna, Paronuzzi, Gammeri, LaTorre, Chivella, Della Pietra, Galifi Alex, Chiot, Mantovani

Allenatori Gammeri, Galifi

Reti

Aijt Pal (c), Della Pietra

Verde Leghissa

Giallo LaTorre

 

Hc Villafranca

Murari, Rossi, Gotelli, Faccioli, Castillo, Mattioli, Melegatti, Debortoli, Ferrante, Perez, Saviatesta, Lugo, Zerminini.

Allenatore Biasetton

Reti Debortoli

Verde Castillo

Giallo Perez

 

Arbitri Albertin/ Bedendo.

 

 

Articolo di Francesco Chiot

 

Foto Album (by Massimo Galifi) qui

ALEYLINE3 A2A2016 OceanTeam FVG2015
       
BCC AIELLO ESPRIMA2PNG GMA2015 LORENZONFEUDI2015
       
       
       
ECOFORNITURE APT2015 CALLIGARIS
       
CLAPPIS2015 ISOLMECAR2015 GRAFICAGORIZIANA DEVETAKAZ
       
ARTEC HIRTER2015 AUDIT LOCANDADEVETAK
       
ITACA COMAR2015 PACOROTTICO FANNYNUOVO