MEDIA

SPONSOR

ALEYLINE3 A2A2016 OceanTeam FVG2015
       
BCC AIELLO ESPRIMA2PNG GMA2015 LORENZONFEUDI2015
       
       
       
ECOFORNITURE APT2015 CALLIGARIS
       
CLAPPIS2015 ISOLMECAR2015 GRAFICAGORIZIANA DEVETAKAZ
       
ARTEC HIRTER2015 AUDIT LOCANDADEVETAK
       
ITACA COMAR2015 PACOROTTICO FANNYNUOVO
SPONSOR
Italian English French German Hindi Spanish

La Fincantieri si arresta nella fosse dai leoni

SanVito 3 - AR Fincantieri 1

IMG 20180408 WA0032 copy

 

Il mondo animale, che si tratti della giungla, della savana o degli esseri umani, un po si assomiglia tutto.

Ad esempio, arriva il momento in cui un bimbo deve prendere in mano la propria vita e provarsi all'altezza delle cose che lo circondano, della propria esistenza.

I piccoli di aquila, dopo esser stati spinti giu dal nido prematuramente più volte dalla mamma(e ripresi) cominceranno seppur in maniera scomposta a volare come i loro maestosi genitori, I cuccioli di leone dopo aver assistito alla caccia ed aver sperimentato su prede già ferite saranno finalmente in grado di cacciare la loro prima gazzella. Perfino il gatto domestico, specie ormai lontana dalle aspre leggi della natura, prima o poi dovrà cominciare a cacciare i topi di casa da solo.

 

La prima squadra maschile si trova un po nella stessa situazione, un intero nucleo di giocatori giovani é stato portato in rosa a farsi le ossa negli anni scorsi ed ora, come un nido di piccole aquile, si trova a dover volare provandosi realmente aquila o cadere inesorabilmente nella serie minore.

Non c'é tensione nella voce di mister Gammeri mentre prima della partita snocciola con qualche metafora in meno questo fatto alla squadra. Il viaggio é stato comodo, ci sono due cambi in panchina e questa spada di Damocle dei punti che non arrivano viene affrontata con calma, per dare ai pulcini la serenità di spiccare il primo volo e provarsi degni dei cieli.

Il primo tempo parte però con un forcing della squadra di casa, che dopo appena tre minuti arriva alla prima conclusione in porta. Il San Vito non è il Cus Padova, non è il Villafranca e nonostante il pressing alto a strozzare l’impostazione di gioco, è un avversario fastidioso ma non ostico. E forse la troppa calma porta i biancocelesti a innervosirsi tra loro, ad esser troppo coscienti dell’errori dei propri compagni. Il San Vito dal canto suo non ci pensa su troppo e con due corti e un palo continua a cercare il vantaggio.

 

Va detto, della squadra di casa, che nell’hockey non ci va tanto per il sottile. In campo il gioco è molto fisico e non sempre corretto mentre sugli spalti il pubblico passa più tempo a prendersela con la squadra ospite che a incitare i propri e questo sicuramente influisce sulla concentrazione dei cantierini.

Il secondo tempo inizia in un lampo di Paolucci che mette la palla alle spalle di Pitacco nella prima azione di gioco. Due minuti dopo Leghissa e Galifi pareggiano con una confusa mischia in area tra le immotivate proteste locali. La partita si se possibile ancora più nervosa tra bastonate spinte e calci e si sa che quando il gioco si fa cattivo, sono i montanari ad averla facile. Gammeri si fa prendere a bastonate sulle mani, Mantovani finisce a terra più volte ma Il primo cartellino a punire il San Vito arriva appena al 13esimo minuto per un calcio a Della Pietra.

 

La Fincantieri guadagna il primo corto ma è di nuovo il San Vito ad andare in vantaggio,e poi a raddoppiare. I cantierini restano in dieci prima per un giallo a Capitan Tommasini per un contatto fortuito su drive, poi cinque minuti dopo per un cartellino verde a Mister Gammeri per proteste sulle continue scorrettezze della squadra di casa.

Il fischio finale dovrebbe portare gli animi in pace ma è ancora Mister Gammeri a finire in mezzo all’animosità locale, vuoi per il suo passato Laziale vuoi per aver difeso la squadra dagli insulti del pubblico per tutta la partita. Nessuno si fa male, niente finisce sul referto, può cominciare il terzo tempo.

 

È un terzo tempo amaro peró. La classifica parla chiaro e i risultati confermano che la squadra deve imparare a volare nella prossima settimana, e affrontare il doppio turno della prossima settimana con la forza che le compete.

Non è una situazione rosea per la società, si potevano avere strutture migliori, una rosa più ampia, acquisti meno sfortunati sul mercato. Ciononostante il momento di provare se stessi è qui, è adesso e se lo lasceremo passare senza coglierlo tutti questi motivi e giustificazioni saranno solo una triste litania sul becco di un cuculo.

 

 

San Vito:

Mancini, Bruschiani, Paolucci, Denni, Fiorelli, Mastrogiacomo, Gioia, Panci, Tolomei, Sing, Ercolani, Cinti, Ronci, Mastrantonio, Carnevale, Moscioni, Letta, Giacometti.

All. Mattei

Reti Paolucci 36`, Bruscoani 53`, Sing 60`

Giallo Cinti

 

A. R. Fincantieri:

Pitacco, Leghissa, Tommasini, Aijt Pal, Scubogna, Chivella, Gammeri, LaTorre, Piasentier, Mantovani, Della Pietra, Chiot, Galifi Alex.

All. Gammeri, Galifi.

Reti Leghissa 50 min

Giallo Tommasini, Gammeri

Verde Gammeri.

 


Autori: Fracesco Chiot & Massimo Galifi

 

Clicca qui per vedere le foto

Bottino pieno per le ragazze dell'A2F

AR Fincantieri 5 - Grantorto 0

articoloA2F

 

Dopo la partita di domenica scorsa in cui la prima squadra maschile è uscita dal campo perdendo una partita combattuta fino all’ultimo minuto, oggi la formazione femminile che milita nel campionato nazionale di A2 è scesa in campo dopo la pausa invernale travolgendo la formazione padovana del Grantorto con un risultato che lascia poco spazio ai commenti.

 

In controllo del giro palla fin dai primi minuti, la formazione monfalconese allenata dal mister Galifi si trova non a dover gestire una partita aperta, ma a dover finalizzare un vero e proprio assedio.

 

Mentre la squadra del Grantorto sembra voler limitare i danni e ripartire quando possibile in contropiede, le cantierine faticano inizialmente a trovare la precisione nell’ultimo tocco. La partita si sblocca al 23esimo minuto su corto con Paronuzzi, che raddoppia poco dopo al 30esimo su azione in mischia. Chiude due minuti dopo le marcature del primo tempo Napolitano con una spizzata sottoporta.

 

Sopra di tre gol è facile perdere la concentrazione ma la squadra, incoraggiata dal mister a tenere alta la pressione e l’attenzione, vuole scrollarsi di dosso quell’aria da brutto anatroccolo, una squadra forzatamente divisa da impegni di lavoro, di studio, di famiglia, seguita da due diversi allenatori e a volte aggregate agli allenamenti della squadra maschile. Il campo e la partita diventano improvvisamente la fata madrina di cenerentola, restituendo dignità e grinta al gruppo.

 

Il secondo tempo viene giocato di nuovo prevalentemente nella meta campo veneta, con le poche ripartenze del Grantorto fermate dal muro del centrocampo e della difesa monfalconesi, schierate alte a soffocare qualsiasi intenzione di contropiede. I gol che suggellano la cinquina arrivano appena al 54esimo minuto con azione di Napolitano, e al 59esimo con capitan Apigali su corto.

 

In definitiva, nonostante un bilancio di otto corti a favore, cinque gol finalizzati e altre undici occasioni non finalizzate, questa partita da poche indicazioni per ciò che riguarda il piazzamento finale del campionato, dove sarà decisiva la partita del 29 aprile contro il Bologna, sperando che la magia del gruppo continui e non arrivi mai la mezzanotte a trasformare tutti in zucche.

 

A.R. FINCANTIERI

Meden, Deluca, Bosticco, Virgin, Bursich A., Apigalli, Paronuzzi, Bursich Y., Napolitano, Porapot, Caprioli, Tammetta.

All. Galifi

Reti

Paronuzzi(24,32) Napolitano (34,54) Apigalli (59)

 

GRANTORTO

Gazzetto, Giaretta, Mengardo, Bon, Garziera, Burrachini, Zanellato, Montalbano Kovtun Maggiolo, Palluchini.

 


 

Autori: Fracesco Chiot & Massimo Galifi

 

Foto Album (foto di Francesco Chiot)

 

Clicca sull'icona di Facebook per vedere l'intero album

 

Tanti auguri, una visita al sindaco ed un fantastico calendario

Gran galà per la squadra del presidente Pacor in consiglio comunale giovedì 21 alla presenza del sindaco di Monfalcone Anna Cisint e del delegato Volante.

Presenti tutte le squadre bianco celesti, A2M, A2F, under 12-14-16.

Il presidente ha illustrato al sindaco il mondo hockey monfalconese dalla nascita della società fino ad oggi, passando dalle diverse difficoltà avute per portare avanti la squadra nelle varie categorie fino al massimo traguardo ottenuto con la conquista della serie A1 (categoria che la squadra di capitan Tommasini ha mantenuto per tre anni). 

Quest'anno la compagine ha ringiovanito la squadra facendo giocare sei under (4 under 18 e 2 under 21) titolari; compito del coach Gammeri e del suo vice Galifi è quello di far crescere questi giovani per puntare in alto con una squadra composta da giovani locali.

La squadra A2F, da anni calca i campi di categoria con tante soddisfazioni; il presidente ha ricordato che l'anno scorso le ragazze bianco celesti sono state ad un passo dalla conquista della massima serie, giocando le finali svolte sul campo di via atleti azzurri.

Quest'anno le ragazze stanno lottando con le romane della Burtterfly e il Bologna, per cercare di ottenere un posto nei playoff e riconfermare l'ottimo lavoro svolto.

Molte soddisfazioni stanno dando i ragazzi del settore giovanile: l'Under14 di Bradaschia e del dirigente Times ha conquistato l'accesso ai playoff di categoria.
L'Under16 affidata alla coppia La Torre/Bradaschia sta preparando nel miglior modo l'inizio del loro campionato.
Le energiche ragazze dell'Under12, allenate dalle ragazze della A2F (Apigalli, Bursich, Napolitano) continuano a divertirsi ed a migliorare di allenamento in allenamento.

Focus della serata è stata la presentazione del calendario 2018 nato dall'idea di capitan Apigalli e compagne, per il quale hanno posato le ragazze dell'A2F, con la regia fotografica di Francesco Chiot, la direzione grafica di Lilliana Paronuzzi e la collaborazione del dirigente Monica Pacor.

Alcune delle splendide foto presenti nel calendario

 

Tutte le informazioni sul calendario le trovate qui

I calendari sono disponibili presso il negozio Ettore & Mariella di Panzano, edicola Cossar Paola a Monfalcone, segreteria AR Fincantieri in Via Cosulich e prenotandoli telefonicamente a Monica Pacor 334/7575439.

Con un piccolo contributo darete un grande aiuto!!!

 

Il sindaco si è detta soddisfatta della serata e si è ripromessa di stare più vicina alla società.

La dirigente Monica Pacor ha ringraziato pubblicamente il sindaco Cisint con un post sulla sua pagina FB

Finale di serata in comune con foto e auguri di rito fra squadra e amministrazione comunale e a seguire pattinata in piazza e pizzata societaria

Foto con il Sindaco Anna Cisint, il delegato Volante, il presidente Paolo Pacor, la dirigente Monica Pacor, gli allenatori Antonio Gammeri, Massimo Galifi e tanti ragazzi intervenuti all'incontro nella sala consigliare

 

 

 

Auguriamo a tutti un sereno 2018

Buona la prima... o quasi...

Sta arrivando la primavera, e puntuale come le rondini, le cicogne e le tasse, torna in campo l’hockey che amiamo. 

L’arrivo dell’inverno ci aveva visto cavalcare l’onda dell’emozione, della crescita sportiva; i sei punti conquistati con TSS Olimpia e con il Potenza Picena (e i tre punti persi in maniera immeritata contro il Villafranca) avevano fatto sperare ad un inverno corto ed una squadra che avrebbe affrontato il girone di ritorno oliata e affiatata come non mai.

Ma come una rondine non basta a far primavera, il campionato è ripreso prima che andassero al loro posto tutti i tasselli. Il maltempo invernale, complice la mancanza di un impianto coperto dove allenarsi, ha spezzettato la preparazione fisica in un goulash di assenze e l’attesa del ritorno di Bomber Navjosh è terminata come nella migliore opera di Samuel Beckett.

E così questa domenica, con una settimana d’anticipo, una Fincantieri infreddolita e con ancora qualche cenone di troppo nei polpacci è scesa in campo contro il Cus Padova primo della classe.

 

17 03 2018 fincantieri padova

Photo by Francesco Chiot

 

La partita è intensa fin dai primi istanti, il Cus Padova dopo un ottimo risultato nell’Indoor fa girare palla con scioltezza ma la Fincantieri non molla un centimetro, con la fame e la grinta di chi non vede l’ora che finisca la brutta stagione.

I veneti passano in vantaggio su due corti all’undicesimo e sedicesimo, ma immediatamente arriva ad accorciare le distanze il gol del giovane Galifi, bravo a spizzare sottoporta una punizione di Ajit Pal . 

La Fincantieri non ci sta a perdere, a prescindere dalla disparità in classifica, e regge il gioco in dieci uomini, complice un cartellino giallo a Gammeri che punisce più l’agonismo che un reale fallo di gioco. La squadra di casa va vicina al pareggio negli ultimi attimi del match con Mantovani che manda a lato di poco dopo aver fatto sedere il portiere.

Parte il secondo tempo e il Cus Padova allunga di nuovo le distanze al 43’ con un gol di Zago. Sotto di due gol la compagine Monfalconese si rifiuta di lasciarsi andare e trova il gol di Mantovani al 49’ su una bella giocata di Plasentier. 

La partita continua intensa e senza quartiere: come due cani che si litigano un osso entrambe le squadre sanno che basta un episodio, un piccolo errore per perdere l’intera posta in palio. Ed è con l’esperienza che la compagine veneta prima guadagna la superiorità numerica facendo punire Mantovani per un contatto inesistente a palla lontana, poi andando a finalizzare spietata un errore del centrocampo biancoceleste. 

Negli ultimi minuti nonostante il 4-2 la Fincantieri non molla un centimetro e si riporta a ridosso del risultato con un gol su corto di Leghissa al 66’ , e finendo di nuovo in dieci per un intervento scomposto di Aloisio su una ripartenza Padovana. 

Niente cambia però al triplice fischio e il Padova riesce a tenere a bada i padroni di casa e a guadagnarsi i tre punti, a discapito dell’energia e del gioco costruito dai cantierini.

 

A.R. Fincantieri

Giocatori: Pitacco, Aloisio,Aijt Pal, Tommasini, Leghissa, Paronuzzi, LaTorre, Gammeri, Piasentier, Della Pietra, Mantovani, Galifi, Chiot, Chivella.

Allenatori: Gammeri/Galifi

 

Cus Padova

Giocatori: Chiarentin, Korbinian, Corrado M., Corrado F., Tognon, Sing, Sacco, Zago, Conforto, Melai, De vivo, Naddeo, Ceolin, Ferrante, Cappellaro, Franchini, Paccagnella, Maistrello.

Allenatore: Faggian

 

Arbitri

Bedendo(Rovigo) Faggion (Padova)

Reti: Sacco(p), Maistrello(p), Galifi(f), Zago(p), Mantovani(f), Maistrello(p), Leghissa(f)

Cartellini: Gammeri(f), Mantovani(f) (giallo), Aloisio(f) (Verde)

 


 

Autori: Fracesco Chiot & Massimo Galifi

 



 

Foto Album

Clicca sull'icona di Facebook per vedere l'intero album


Settimana da incorniciare per l'A.R.Fincantieri

Settimana da incorniciare per l'A.R.Fincantieri

- Mercoledi 1 Novembre

Nel turno infrasettimanale, le ragazze, nella loro prima di campionato affrontano il Butterfly (squadra retrocessa la scorsa stagione dalla A1); dopo un primo termpo incerto (terminato sul 4 a 0 per le romane), convincono e crescono nel secondo tempo, concedendo alla squadra di casa solo un ulteriore gol; il risultato finale è di 5 a 0 per le romane.

ALBUM FOTOGRAFICO (photo by Pasquale Caprioli)
ALBUM FOTOGRAFICO (photo by Monica Pacor)

I ragazzi della prima squadra maschile hanno gran voglia di riscatto e nell'ultima partita del girone d'andata, chiudono per una vittoria secca e fondamentale: 4 a 0 contro il Potenza Picena: CRONACA COMPLETA della partita.

[Author: Giovanni]

- Sabato 4 Novembre

La maschile a Bologna disputa il Round2 di coppa italia: orfana di Mantovani, Aloiso e Paronuzzi la Fincantieri si presenta a Bologna a ranghi ridotti nel Round 2 di Coppa contro il Potenza Picena senza riuscire a bissare il successo di tre iorni fa in campionato.
In una partita con pochi soprassalti da ambo le parti, la squadra giuliana va sotto nel primo tempo su due corti e riesce a rimontare solo nell'ultimo quarto di gara grazie a un corto trasformato da Aijt Pal e una bella azione finalizzata da Martin Latorre.
Agli shootout gli errori dal capitano Tommasini e del giovane Leghissa sono fatali. Assegnano la vittoria alla squadra marchigiana: CRONACA COMPLETA della partita.

[Author: Franz]

- Domenica 5 Novembre

Sotto la pioggia scrosciante di Grantorto, le ragazze della prima squadra femminile non tradiscono le aspettative e dimostrano il loro valore e la voglia di vittoria vincendo la partita per 4 reti ad 1: CRONACA COMPLETA della partita.

[Author: Giovanni]

 

 

 

A2M: AR Fincantieri (4) - Potenza Picena (0)

Grande prestazione della squadra bianco celeste, che fra le mura amiche è chiamata ha dare continuità alla bella prestazione del passato sabato a Villafranca. Importante recupero per Gammeri-Galifi è il rientro di Aloisio che ha finalmente recuperato da un grave infortunio alla mano.
Solito schieramento quello dei padroni di casa con Pitacco in porta (grande prestazione per il portierone bianco celeste), Scubogna, Tommasini, Aijt Pal e Leghissa sulla linea difensiva, Piasentier, Gammeri, LaTorre e Paronuzzi sulla linea mediana e Della Pietra e Mantovani in attacco.
Buon inizio dei ragazzi che con deciso giro palla fanno girare bene il gioco, senza mai correre pericoli. Al 10° minuto entra in campo Aloisio, che con la sua esperienza aiuta la squadra ad alzare il ritmo del gioco fino al minuto 23 quando Mantovani si libera bene in area e con bel tiro gonfia la rete 1-0.
Il gioco viene mantenuto dalla squadra cantierina con il Potenza Picena che riparte in contropiede, ma questa volta la difesa non si lascia sorprende.
Al 35° minuto, Chiot ben posizionato dentro la ventidue ottiene un corto per i bianco celesti che viene respinto dal portiere ma la palla arriva a Aijt che realizza il 2-0, risultato finale del primo tempo.
Hai ragazzi viene chiesto di non mollare e di giocare con la stessa intensità anche nella ripresa.
I monfalconesi riprendono con lo stesso ritmo, iniziano anche il giro di sostituzione con Chiot e Galifi che si alternano con i compagni; al 53° minuto Piasentier si libera bene sulla ventidue e fa un bel assist per Galifi Alex che da pochi passi realizza il 3-0.
La Fincantieri non molla e continua a giocare con grande ritmo; e l'ulteriore marcatura per mano di Della Pietra, al 64°, ne è a conferma.
Risultato finale 4-0

A.r Fincantieri:

Pitacco, Scubogna, Tommasini, Aijt Pal, Leghissa, Piasentier, Gammeri, LaTorre, Paronuzzi, Mantovani, Della Pietra, Galifi Alex, Chiot, Aloisio.
All. Gammeri/ Galifi
Verde Leghissa
Corti 2
Reti Mantovani 23' Aijt Pal 35, Galifi Alex 53, Della Pietra 64'

Hockey Potenza picena.

Taddei, Vale, Forani, Guerrini Francesco, Guerrini Fabio, Clementoni, Consolani, Rebichini, Iovane, Fattorusso, Re, Turchi, Muscella, Salhi, Iovane, Jan All. Ruffini
Verde Clementoni
Corti 3

ALBUM FOTOGRAFICO (photo by Della Pietra)
[Author: Massimo]


 

A2M [coppa italia]: Potenza Picena (2 - 4 shot out) - AR Fincantieri (2 - 2 shot out)

Galifi manda in campo la difesa titolare con Scubogna, Tommasini Aijt Pal e Leghissa a difendere Pitacco.
A centrocampo Gammeri e La Torre sono i centrali con Piasentier e Della Pietra sulle fasce, in attacco Galifi Alex e Chiot.
A differenza della partita di campionato la squadra cantierina è meno efficace nel giro palla e nelle chiusure, con i due laterali di centrocampo che faticano nelle chiusure facendo cosi saltare tutti gli schemi, in questo modo Gammeri e LaTorre sono costretti a girare a vuoto per cercare di chiudere le falle che si creano.
Tanta confusione in campo con il Potenza Picena che ne approfitta nel trovare due corti al 17° e al 27° che vengono realizzati da Clementoni e Forani.
Primo tempo che finisce senza sussulti dalla squadra giuliana, con il risultato di 2-0.
Al riposo Galifi cerca di scuotere la squadra, riprendendo soprattutto i più giovani.
Il secondo tempo inizia con miglior giro e la squadra che si alza fino a giocare per quasi tutto il secondo tempo nella metà campo avversaria, al 56° una percussione in area di Piasentier crea scompiglio fino a che subisce fallo e gli arbitri concedono il corto, poi realizzato da Aijt Pal.
Nei minuti successivi la Fincantieri attacca per recuperare e il Potenza che difende il risultato.
Al 34° Galifi Alex recupera una pallina dentro l'aria di tiro, invece di tirare vede l'ingresso in area di La Torre e lo serve con un ottimo assist che l'argentino chiude in rete: è 2-2.
Subito dopo fischio finale degli arbitri, si arriva alla lotteria degli shoot out.
Perfetta la sequenza del potenza picena in gol con tutti i tiratori, per i cantierini in gol Gammeri e Piasentier, errori di Tommasini e Leghissa che condannano la Fincantieri.

Potenza Picena

Taddei, Vale, Forani, Guerrini, Maosconi, Clementoni, Consolani, Camilletti, Rebechini, Iovane Armando, Laici, Re, Muscella, Sardone, Iovane Luigi, Jan
Reti: Forani 17 (corto) Clementoni 27(corto)
Cartellini: Verde Sardone

A. R. Fincantieri

Pitacco, Scubogna, Tommasini, Aijt Pal, Leghissa, Della Pietra, Gammeri, LaTorre, Piasentier, Chiot, Galifi Alex, Chivella
Allenatore: Galifi
Reti: Aijt Pal 56(corto) LaTorre

ALBUM FOTOGRAFICO

[Author: Massimo]


 

A2F: US Grantorto (1) - AR Fincantieri (4)

Partita sempre sotto il controllo cantierino, pochi gli errori (uno fatale che porta ad un contropiede ben finalizzto dal Grantorto), tanta la grinta: ingredienti che portano alla vittoria per 4 a 1.
Il forte asse centrale, Bosticco in difesa, capitan Apigalli e Paronuzzi a centrocampo e Napolitano in attacco, sostenuto dal resto della squadra, difende e contiene ottimamente ed attacca costruendo buon gioco.
Coach Persolja chiede alle sue ragazze pressione in fase difensiva, squadra corta a ranghi serrati fra i reparti, recupero di palla e ripartenze veloci; le cantierine eseguono con costanze queste richieste e mettono in difficoltà fin da subito le patavine.
Le avversarie cercano di uscire dalla difesa sulle laterali ma sono ben pressate dall'attacco cantierino, Tammetta, Poropat e Caprioli in prima battuta, dalle sorelle Bursich sulle fasce e dalla ottime terzine De Luca e Vigil.
Le cantierine, anche sotto di 1 gol non si spaventano e continuano a costruire bene; manca un pizzico di "cattiveria" in alcune occasioni (alcuni bei cross di Paronuzzi e Napolitano sfilano sul fondo senza che l'attacco riesca a deviarli in porta) e di fortuna in altre (un ottimo drive di Capitan Apigalli si stampa sulla traversa, dopo una fortunosa deviazione del portiere avversario).
Precisione nell'esecuzione e di tempismo portano le cantierine al gol su corto: Bosticco batte forte dal fondo, Napolitano stoppa, Apigalli ripassa precisa a Bosticco che spazza in porta! Il Primo tempo si chiude quindi sul 1 a 1, risultato però troppo stretto per le ragazze di Persolja-Pacor.
Nel secondo tempo la storia non cambia molto, le cantierine pressano, attaccano e contengono bene le avversarie, manca solo il gol!
Si soffre per granparte del secondo tempo sul 1 a 1.
E' un altro corto, più sporco del gol nel primo tempo ma pursempre efficace, ad insaccarsi in rete per mano di Paronuzzi.
La sicurezza del risultato arriva a 10 minuti scarsi dalla fine, quando l'ottimo rovescio di Napolitano va a depositarsi in porta alle spalle del portiere.
Le ragazze galvanizzate dall'ulteriore marcatura non mollano e continuano ad attaccare e di li a pochi minuti è di nuovo Napolitano a segnare.

Domenica le cantierine ospiteranno per l'ultima di questo girone d'andata, il Bologna.

Marcatrici: Bosticco, Paronuzzi, Napolitano (2)

ALBUM FOTOGRAFICO
[Author: Giovanni]

ALEYLINE3 A2A2016 OceanTeam FVG2015
       
BCC AIELLO ESPRIMA2PNG GMA2015 LORENZONFEUDI2015
       
       
       
ECOFORNITURE APT2015 CALLIGARIS
       
CLAPPIS2015 ISOLMECAR2015 GRAFICAGORIZIANA DEVETAKAZ
       
ARTEC HIRTER2015 AUDIT LOCANDADEVETAK
       
ITACA COMAR2015 PACOROTTICO FANNYNUOVO