La nostra storia dal 1997

SPONSOR

ALEYLINE3A2A2016APT2015FVG2015
    
BCC AIELLOESPRIMA2PNGGMA2015LORENZONFEUDI2015
    
COMAR2015ECOFORNITURESSP812015CALLIGARIS
    
CLAPPIS2015ISOLMECAR2015GRAFICAGORIZIANADEVETAKAZ
    
FOGAL2015HIRTER2015TECNOISE2015LOCANDADEVETAK
    
ARTECZIGAINA2015AUDITSTARBENE2015
    
ITACAALEYLINE3PACOROTTICOFANNYNUOVO
SPONSOR
Italian English French German Hindi Spanish

1997: L'hockey ritorna a Monfalcone

L’hockey a Monfalcone ha tradizioni antiche. Negli anni 50-60, la POM Monfalcone ha disputato qualche campionato in serie A e alcuni atleti hanno vestito la maglia azzurra. Chiusa la parentesi POM, l’hockey è tornato a farsi vivo a Monfalcone, grazie al Cav. Romano Colonna che sul finire degli anni 70 ha costituito la sezione distaccata del CUS Trieste, in seguito confluita nella A.S.H.P. FALCO che nel settore giovanile ha raggiunto risultati lusinghieri. . Nel 1985 la società chiude i battenti , ma alcuni giocatori proseguono l’attività in formazioni Triestine (Claucig, Pacor, Pierdomenico ecc.). Nel luglio del 1997, il triestino Cav. Giordano Visaggio, gia dirigente della Polisportiva Trieste trasferitosi a Monfalcone per motivi di lavoro, decide di riportare l’hockey a Monfalcone chiedendo aiuto all’amico Colonna e ai “vecchi “ giocatori del Falco con il preciso scopo ti reperire dei tecnici da mandare nelle scuole. In quella “storica” riunione, oltre a pianificare l’attività giovanile gli entusiasti ex-giocatori decidono di formare una squadra senior e si iscrivono alla Coppa Italia 1997. Alla “combriccola” si uniscono inoltre ex giocatori goriziani alcuni dei quali avevano continuato l’attività in formazioni triestine. Così nell’ottobre 1997 la nuova Società Sportiva FALCO, scende in campo contro la Polisportiva Trieste nella prima partita di Coppa Italia 1997. Questi i “rifondatori”; Pacor, Comandini, Paronitti, Bolzicco, Franzot, Zanolla, Azzarone, Pignone, (Monfalcone), Alessandro e Renato Persolja, Tuni , Maurizio e Adriano Lorenzoni, (Gorizia). Finita la Coppa Italia i “bisiachi” si iscrivono al Campionato di serie B Per l’occasione vengono reclutati i triestini Pitacco e Ciocchi.Il Campionato è disastroso sotto il profilo dei risultati, ma i “ragazzi” con spirito goliardico si divertono molto, tanto che partecipano ad alcuni tornei internazionali con gli amici del Villafranca . Lo “spirito” della squadra attira nella stagione successiva altri atleti triestini, tanto che la rosa aumenta con gli arrivi di Bradaschia, Degrassi, Dragan e Tedisco. Inoltre per la nuova stagione il Falco ingaggia due buoni stranieri provenienti dalla vicina Lubiana (Pecjak e Trotovsek). I risultati della seconda stagione sono più che lusinghieri; nell’indoor infatti i monfalconesi superano la fase regionale e nel prato arrivano addirittura secondi alle spalle del Team 89 che sarà poi promosso i serie A/2. Prosegue inoltre l’attività nelle scuole elementari e medie che portano molti ragazzi a conoscere questo sport.

1997 WEB

SS Falco 1997/98 - 6^ Classificata SERIE B / Ottobre 97 Prima gara ufficiale In Piedi: Lorenzoni, Paronitti, Visaggio, Azzarone, A.Persolja, Pierdomenico, Franzot Accosciati: Tuni, Pignone, Comandini, Bolzicco.

1998A WEB

SS Falco 1998/1999 - 2^ Classificata SERIE B In Piedi: Pecjak, Dragan, Nicolosi, Degrassi, Pitacco, Trotovsek, Comandini Accosciati: A.Persolja, Tedisco, Ciocchi, Valentinuzzi, Azzarone, Bolzicco, R.Persolja.

Nel maggio del 1998, i dirigenti del FALCO decidono di irrobustire il rapporto con l’AR Fincantieri (che finora aveva gentilmente concesso il proprio stadio per allenamenti e partire). Trovato l’accordo con i dirigenti cantierini, nel settembre 1998 la S.S. FALCO cessa di esistere per confluire nella nuova sezione hockey prato dell’AR FINCANTIERI. Nel frattempo, molti atleti delle squadre triestine in difficoltà, si spostarono a Monfalcone.

2000 WEB

AR Fincantieri 1999/2000 - 4^ Classificata SERIE B - Girone C - In Piedi: Visintin (Preparatore), Pecjak, Claucig, Comandini, R.Persolja, Urdini, Degrassi, A.Persolja, Visaggio (Team Manager). Accosciati: Bradaschia, Tuni, Pacor, Azzarone, Tedisco, Trotovsek, Zanzottera

2001A WEB

AR Fincantieri 2000/2001 - 2^ Classificata SERIE B Veneto - In Piedi: Visaggio (Team Manager), Scubogna, Trotovsek, Degrassi, Persolja, Ballocco, Pitacco, Pecjak Accosciati: Urdini, Comandini, Pribaz, Claucig, Tedisco, Azzarone, Pacor, Sotgia.

2002

 AR Fincantieri 2001/2002 Coppa Italia - In Piedi: Visaggio (Team Manager), Claucig, Persolja, Zonta, Rondinella, Thygesen, Scubogna Accosciati: Zanzottera, Tedisco, Sotgia, Pacor, Pribaz

 

2002 WEB

AR Fincantieri 2001/2002 - 2^ Classificata SERIE B Girone C - In Piedi: Visaggio (Team Manager), Claucig, Matta, Trotovsek, Spivach, Rondinella, Cattinelli, Urdini, Scubogna, Persolja Accosciati: Azzarone, Princival, Visintin, Pribaz, Stasi, Toneatti, Furlani

Nella stagione 2002/2003 i cantierini conquistano la promozione in serie A2. Nel play-off di Prosecco ebbero la meglio su CUS Genova (5-0), HC Milano (3-1) e HC Novara (2-0). Allenatore era Kulwant Singh Powar (padre del futuro tecnico Jaswant Powar Singh) e il trio straniero era composto dall’argentino Martin “Titi” D’Adamo, dallo sloveno Bostjan Pecjak e dal danese Thomas Thygesen.

20022003

Maggio 2003 - AR Fincantieri qualificata per i play-off promozione

2003 WEB

AR Fincantieri 2002/2003 - PROMOSSA IN SERIE A2 -In Piedi: Sabadin (Vice presidente), Fucile (Presidente), Ballocco, Spivach, Rondinella, Furlani, Matta, Irmi, Urdini, Thygesen, Scubogna, Visaggio (Team Manager), Kulwant Singh (Allenatore). Accosciati: Visintin, Dintignana, Tedisco, Toneatti, Princival, Bradaschia, Pribaz, Pecjak, D'Adamo, Persolja. Non Presenti: Pitacco, Andriani, Stasi, Pacor (Caposezione)

Nella stagione 2003/2004 la prima in A2 i risultati furono più che lusinghieri con la conquista del secondo posto nel girone e play-off promozione sfumati a favore dell’HC Novara in virtù degli scontri diretti. A guidare in panchina i canterini fu l’argentino Pablo Fernandez (attuale coach della nazionale italiana maschile) portato a Monfalcone dall’amico Titi D’Adamo, raggiunto da Lucas Autelli e nella seconda parte del torneo dal nazionale argentino Sebastian Raffo.
20022003 b

AR Fincantieri 2003/2004 - 3° POSTO SERIE A2 -In Piedi: Visaggio (Teammanager), Persolja, Autelli, Mazzeo, Raffo, Furlani, Matta, Rondinella, Tedisco, Irmi, Fernandez (Allenatore), Scubogna. Accosciati: Claucig, D'Adamo, Toneatti, Andriani, Princival, Visintin,Thygesen. Non Presenti: Bradaschia, Spivach, Pribaz, Ballocco, Stasi, Pacor (Caposezione)

La stagione successiva (A2 - 2004/2005) Pablo Fernadez andò a sedere sulla panchina dei campioni d’Italia dell’ HC Roma e la squadra fu affidata al tecnico giocatore Sebastian Raffo, a cui si aggiunse un altro argentino Martin Eblagon proveniente dall’ UHC Adige. Purtroppo dopo le prime gare autunnali, Raffo e Titì D’Adamo dovettero rientrare in Argentina e così a primavera la squadra fu affidata al tecnico padovano Alfredo Schiavon che portò in dote due buoni giocatori (Scanferla e Passerella) che avevano temporaneamente abbandonato l’attività. A sostituire i due “fenomeni” argentini Raffo e D’Adamo, dall’Olanda arrivarono due buoni giocatori, Luuk Evers e Luuk Van de Venne. La squadra pur non sfigurando, finì penultima tanto che a due giornate dal termine per dare un’ulteriore “scossa” all’ambiente si decise di affidare la squadra al giocatore (e per l’occasione) – allenatore Lucas Autelli, il quale riuscì a salvare la squadra nel play-out contro la Juvenilia Uras (0-2 in Sardegna e 5-2 a Prosecco).

2004205

AR Fincantieri 2004/2005 - Serie A2 girone di andata - In Piedi: Visaggio (Team Manager), Giacca (Assist coach) Matta, Rondinella, Visintin, Eblagon, Andriani, Claucig, D’Adamo, Persolja.Accosciati: Scubogna, Bradaschia, Autelli, Toneatti, Princival, Raffo (All.) Tedisco, Furlani.

20052006

AR Fincantieri 2004/2005 - 7° POSTO SERIE A2 - In Piedi: Autelli (gioc.-all.), Evers, Princival, Rondinella, Andriani, Eblagon, Irmi, Furlani, Claucig, Persolja (Dir.) Accosciati: Bradaschia, Savoca, Visintin, Donnarumma, Toneatti, Tedisco, Van de Venne, Godina, Scubogna. Non Presenti: Thygesen, Matta, Denaro, Scanferla, Passarella, Raffo (gioc.-all.), D'Adamo, Schiavon (All.)

Per la stagione (A2 - 2005/2006) la dirigenza canterina fu costretta alla rifondazione della squadra: Autelli dovette rientrare in Argentina, ma da Trieste arrivò l’”esperto” delle giovanili Vittorio Kolaric che portò in dote dei giovanissimi atleti under 18 (Toscano, Sibilla, Duranti, Paronuzzi, Mikol, Marangon per citarne alcuni). Per il trio straniero la dirigenza canterina commise però un errore che si rivelò poi fatale, ossia di affidarsi all’olimpionico pakistano Shabaz Jr., che porto in dote il giovane Fayyaz (ora San Vito Romano) e Nawaz. Con queste premesse, fu facile convincere l’italo-indiano Jaswant Singh, reduce da una stagione in A1 con l’HC Bra, a vestire la maglia biancoceleste. La stagione iniziò subito male visto che per diversi motivi non fu possibile utilizzare al meglio gli under 18 e il trio pakistano non fu all’altezza della situazione. Shabaz solo in qualche occasione mostrò la sua classe, ma anche la sua lontananza dai campi di gioco da almeno cinque anni , mentre Nawaz si rivelò un giocatore mediocre. Al termine della prima fase del campionato, con la squadra in ritardo in classifica, la dirigenza canterina decise di interrompere il rapporto con i pakistani e a primavera tornò sulla panchina canterina Kulwant Singh. Furono richiamati in fretta e furia gli olandesi Evers e Van de Venne, che però riuscirono solamente a dare la disponibilità per le partite, per cui non fu facile per il tecnico gestire gli allenamenti e preparare adeguatamente la squadra, anche se per alcune gare arrivò in rinforzo un’ altro olandese, il fratello di Van de Venne, Bart. La squadra terminò la stagione regolare al settimo posto e il conseguente incrocio dei play-out con i romani dell’NCR Lazio che almeno sulla carta non sembrava irresistibile. Poco prima della fine della stagione regolare, la Federazione inflisse una pesante penalizzazione in classifica contestando il tesseramento di Bart Van de Venne. A nulla valse il conseguente ricorso dei canterini, che si videro retrocessi all’ultimo posto in classifica e costretti ad affrontare nei play-out la forte squadra cagliaritana della Pol. Ferrini. Nel doppio confronto che si svolse a Roma, i canterini imbottiti di giovani impattarono la prima gara per 1-1 e il giorno dopo pur passando in vantaggio vennero raggiunti e superati dai sardi (1-2) complice anche l’assenza di Evers, fermato da un’attacco influenzale.

form 20052006

AR Fincantieri 2005/2006 - Retrocessa in serie B - Shabaz, Andriani, Fayaz, Bradaschia, Furlani, Rondinella, Tedisco, Mazzeo, Mikol, Sibilla, Toscano Toneatti.

Non fu facile ripartire dalla serie B (2006/2007), con il gruppo che per varie ragioni denunciava qualche malumore, tanto che si pensò anche di chiudere l’attività. A dare nuova linfa alla dirigenza canterina fu sicuramente l’inizio dei lavori per il nuovo campo a Monfalcone, che significava la fine dell’esilio a Prosecco. Si riparti così dai giovani e senza alcuni elementi di fondamentali quali Toneatti, Princival, Visintin, Furlani etc: , alcuni preferirono ricominciare dal costituendo HC Trieste, mentre altri (Rondinella, Irmi e Matta) abbandonarono l’attività. Per la stagione 2006/2007 la squadra venne affidata a Jaswant Singh, con il compito di riportare in tre anni i monfalconesi in A2. La dirigenza canterina si affidò a Kulwant Singh per affiancare ai giovani due buoni stranieri, che giunsero a Monfalcone per la seconda parte del torneo: Navjosh Singh e Ajit Pal Singh. I canterini conquistarono i play-off promozione a Genova e nella gara clou con la favoritissima Bonomi furono raggiunti all’ultimo minuto e impattarono sul 2-2. La promozione si decise per differenza reti negli incontri tra  con i siciliani dell’Iblea Ragusa e i pugliesi dell’Olimpia Torre che condannarono i canterini ad un altro anno in serie B. 

20062007

AR Fincantieri 2006/2007 - 2° POSTO PLAY OFF PROMOZIONE A2 - In Piedi: Persolja (Team Manager), Ajit Pal Singh, Claucig, Urdini, Duranti, Mazzeo, Marangon, Scubogna, Andriani. Accosciati: Tedisco, Toscano, Pinat, Napolano, Bradaschia, Sibilla, Powar Jaswant Singh (all.), Navjosh Singh. Non Presenti: Muggia, Ilgrande, Paronuzzi.

Nel 2007/2008, approfittando anche della riforma del campionato di serie A2 2008/2009 e del rientro da Trieste di Princival e Toneatti che hanno portato in dote anche Tommasini, Scussel e Aloisio è arrivata finalmente arrivata la promozione in serie A2.

Un confronto tra le due formazioni canterine che hanno conquistato la promozione in serie A2:

(in neretto i giocatori che “vantano” due promozioni)

AR FINCANTIERI 2002/2003 promossa in serie A2:

Daniele Claucig, Simone Ballocco, Aldo Spivach, Onofrio Rondinella, Igor Furlani, Marco Matta, Lorenzo Irmi, Massimo Urdini, Thomas Thygesen, Piero Scubogna, Franco Visintin, Sergio Dintignana, Bruno Tedisco, Luca Toneatti, Norman Princival, Emilio Bradaschia, Franco Pribaz, Bostjan Pecjak, Martin D'Adamo, Alessandro Persolja, Dennis Pitacco, Lorenzo Andriani, Emiliano Stasi.

Kulwant Singh (Allenatore) Giordano Visaggio (Team Manager)  Paolo Pacor (Caposezione) Carlo Fucile (Presidente)

AR FINCANTIERI 2007/2008 promossa in serie A2:

(tra parentesi presenze e reti)  Lorenzo Andriani (16), Luca Toneatti (15/4), Paolo Paronuzzi (15/10), Giordano Toscano (13/3), Piero Scubogna (9/1), Daniele Claucig (12), Alessio Sibilla (5), Martino Marangon (14/3), Jaswant Singh Powar (16/4), Norman Princival (13/8), Navjosh Singh Pawar (14/27), Andrea Sangalli (15), Enrico Duranti (16/9), Paolo Muggia (2), Massimo Urdini (1), Giovanni Tommasini (15), Fabio Aloisio (12/2), Giuseppe ilgrande (2), Valerio Scussel (13/2), Ajit Pal Singh (14/13), Emilio Bradaschia (0), Elia Lanza (3), Thomas Thygesen (1), Marco Orzan (2), Alessandro Persolja (5/2) , Bruno Tedisco (1).

Jaswant Powar Singh (Allenatore)  Alessandro Persolja (Team Manager)  Giordano Visaggio (dirigente)  Paolo Pacor (Caposezione)  Carlo Fucile (Presidente)

20072008

AR Fincantieri 2007/2008 - PROMOSSA IN SERIE A2 : In Piedi: Andriani, Claucig, Persolja (Team manager), Urdini, Powar Jaswant Singh (all.), Tommasini, Princival, Marangon, Toscano, Duranti, Scubogna. Accosciati: Sangalli, Scussel, Toneatti, Aloisio, Ajit Pal Singh, Paronuzzi, Navjosh Singh, Thygesen. Non Presenti: Muggia, Ilgrande, Sibilla, Lanza, Orzan.

2008promoz

 AR Fincantieri 28 maggio 2008 - PROMOSSA IN SERIE A2

La stagione (A2 - 2008/2009) si è conclusa con un dignitoso sesto (girone a dieci squadre) posto grazie anche all'arrivo del terzo indiano: Sarbjit Singh.

20082009celeste

AR Fincantieri 2008/2009 - 6^ classificata SERIE A2 : In Piedi: Sangalli, Jaswnat (all.), Aloisio, Marangon, Toneatti, Sarbjit, Navjosh, Scubogna, Toscano, Sibilla, Andriani, Persolja (TM) accosciati: Tommasini, Princival, Scussel, Benvegnù, Tedisco, Ajit Pal, Paronuzzi P., Duranti, Claucig, Zara

20082009blu

AR Fincantieri 2008/2009 - 6^ classificata SERIE A2

La stagione (A2 - 2009/2010) si è conclusa con un quarto posto (girone a nove squadre). Da Padova è arrivato il fratello di Jaswant, Rajbir Singh e per le ultime quattro gare e rientrato dall'Argentino Martin Eblagon.

20092010

AR Fincantieri 2009/2010 - 4^ classificata SERIE A2 : In Piedi: Claucig, Andriani, Sangalli, Paronuzzi P., Toscano, Scussel, Toneatti, Tommasini, Aloisio, Navjosh, Pacor (capo sezione), accosciati: Persolja (TM), Rajbir, Sarbjit, Jaswant (all.), Tedisco, Scubogna, Ajit Pal, Visaggio, Fulvio.

La stagione (A2 - 2010/2011) si è conclusa con un secondo posto con la promozione in serie A1 mancata per un solo punto a beneficio dei siciliani del Valverde. Dal Rovigo è arrivato il centrocampista Simone Lion, in panchina Luca Toneatti ha sostituito Jaswant Singh.

20102011a

AR Fincantieri 2010/2011 - 2^ classificata SERIE A2 : In Piedi: Pacor (capo sezione) Benvegnù, Toneatti (All.), Scussel, Sarbjit, Sangalli, Fulvio (TM), Persolja, Paronuzzi P., accosciati: Paronuzzi G., Navjosh, Lion, Aloisio, Tommasini, Ajit Pal, Bais J.

La stagione (A2 - 2011/2012) si è conclusa con un altro secondo posto. Il duello per la promozione in A1 perso ancora una volta con una siciliana: il Cus Catania

20112012

AR Fincantieri 2011/2012 - 2^ classificata SERIE A2 : In Piedi: Claucig, Persolja (TM), Alesci, Sangalli, Sibilla, Tomeatti (All.), Tommasini, Navjosh, Aloisio, Fulvio (TM), Pacor (capo sezione) accosciati: Paronuzzi P., Scussel, Sarbjit, Ajit Pal, Scubogna, Bais M., Benvegnù, Bais J., Lion, Jaswant.

La stagione (A2 - 2012/2013) Stagione difficile per i cantierini che perdono Jaswant , Lion, Sarbjit e Tommasini (infortunato). Toneatti rinuncia alla panchina e Tommasini gli subentra. Dopo un girone d'andata sittotono, a primavera ariiva il sostituto di Sarbjit, l'ottimo indiano Sumeet, mentre Persolja prende in panchina il posto di Tommasini, Alla fine sesto posto con salvezza all'ultima giornata.

20122013

AR Fincantieri 2012/2013 - 6^ classificata SERIE A2 : In Piedi: Kolaric, Visaggio (TM), Fulvio, Bais F., Sangalli, Sibilla, Aloisio, Toneatti, Furlani, Claucig, Scubogna, Persolja (All.), Piasentier, Pacor (capo sezione) Benvegnù, accosciati: Ajit Pal, Bais J., orrentino, Bais M., Princival, Benvegnù, Paronuzzi P., Sumeet, Navjosh

La Stagione (A2 - 2013/2014) è ricca di soddisfazioni per i biancocelesti e culmina con la vittoria del girone B della serie A2 e la conseguente promozione in serie A1. Inoltre i monfalconesi conquistano la Coppa Nord Est. La panchina è affidata al nuovo acquisto e ex azzurro Antonio Gammeri che, unitamente al rientro a pieno titolo di Tommasini, Toneatti oltre la conferma di Sumeet Singh, portano ad un risultato storico. Correva infatti l'anno 1964 quandi l'allora P.O.M. Monfalcone si dovette ritirare a metà del massimo campionato di serie A (allora diviso in due gironi) per mancanza di fondi. Esattamente cinquanta anni dopo i "nipotini" di quei pionieri dell'hockey, i ragazzi della Fincantieri Leyline, hanno riportato nella massima serie la città dei cantieri. Una gioia aspettata da tanto tempo e condivisa con Trieste (ultima presenza nella massima serie nella stagione 1978/79 con l'HC Trieste, formazione che nel lontano 1948 ha regalato al Friuli Venezia Giulia l'unico scudetto nell'hockey prato), i cui club storici negli ultimi diciassette anni sono confluiti nel sodalizio biancoceleste.

PRIMA MASCHILE 20132014WEB

Questi i ventidue giocatori schierati in stagione da mister Gammeri per la storica promozione in A1, : (tra parentesi presenze e reti compresa la Coppa Nord est vinta a marzo, in totale 16 gare, 13 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta)

Paolo Paronuzzi (12/2), Mattia Bais (11/1), Giovanni Tommasini (16), Piero Scubogna (9), Luca Toneatti (16), Alessio Sibilla (7/1), Valerio Scussel (11), Antonino Gammeri (16/1), Norman Princival (10/2), Giacomo Paronuzzi (14/1), Andrea Sangalli (15), Martin Francisco Eblagon (4), Igor Furlani (15/1), Fabio Aloisio (16), Massimiliano Benvegnù (1), Giovanni Sorrentino (16/1), Jacopo Bais (7), Ajit Pal Singh (16), Daniele Claucig (2), Sumeet Singh (16/33), Lorenzo Andriani (1), Navjosh Singh (16/20). Team Manager: Enzo Fulvio, Dirigenti: Paolo Pacor (capo sezione), Giordano Visaggio, Alessandro Persolja. Da ricordare infine che Sumeet Singh (29 gol) e Navjosh Singh (17 gol) si sono piazzati ai primi due posti della classifica cannonieri del torneo.

COPERTINAA1

AR Fincantieri 2013/2014 - Moncalvo (Asti) 3 maggio 2014 - PROMOSSI IN SERIE A1

Stagione (A1 - 2014/2015)   Positiva la prima storica stagione nel massimo campionato nazionale. La federazione in vista di un allargamento del torneo da dieci a dodici squadre non ha previsto retrocessioni. In panchina confermato il tecnico giocatore Gammeri mentre rientra in patria Sumeet Singh, sostituito dal giovane connazionale Lovepreet Singh. Ottimo il girone di andata con risultati importanti e un bottino di ben dieci punti. Per il girone di ritorno non viene riconfermato Lovepreet, che forse troppo giovane ha deluso le attese. Al suo posto l'olandese Sten Ponsioen trasferitosi temporaneamente a Trieste per lavoro. I cantierini terminato il campionato all'ottavo posto.

formazione20142015

AR Fincantieri 2014/2015 - Cagliari, Stadio Amsicora 5 ottobre 2014 - Esordio storico in serie A1

Stagione (A1 - 2015/2016)   Seconda stagione nel massimo campionato, allargato per la prima volta a dodici squadre con le ultime due classificate retrocesse e la terz'ultima che spareggia con le seconde di A2 per la permanenza. Buono il girone di andata dei monfalconesi che terminano al quarto posto. Nel girone di ritorno qualche problema tra indisponibilità e infortuni costringono i monfalconesi alla salvezza matematica solo all'ultima giornata. I biancocelesti terminano il torneo all'ottavo posto.

2015 2016 a1 maschile

Stagione (A1 - 2016/2017)...L'AVVENTURA CONTINUA

 

ALEYLINE3A2A2016APT2015FVG2015
    
BCC AIELLOESPRIMA2PNGGMA2015LORENZONFEUDI2015
    
COMAR2015ECOFORNITURESSP812015CALLIGARIS
    
CLAPPIS2015ISOLMECAR2015GRAFICAGORIZIANADEVETAKAZ
    
FOGAL2015HIRTER2015TECNOISE2015LOCANDADEVETAK
    
ARTECZIGAINA2015AUDITSTARBENE2015
    
ITACAALEYLINE3PACOROTTICOFANNYNUOVO